SILVIA FERNÁNDEZ PALOMAR | Real Academia de España en Roma

SILVIA FERNÁNDEZ PALOMAR | Designer di giorno e illustratrice di notte, originaria di Madrid con base a Brooklyn.

Silvia Fernandez_nudo
Progetto “Nudo”
 
Il passato novembre la Real Academia de España en Roma ha svelato i nomi dei borsisti per il prossimo 2019 e come abbiamo fatto in altre occasioni volevamo presentarvi a chi tra di loro si occupa di Design, come è il caso di Silvia Fernandez Palomar.
 
Nata a Madrid, designer di giorno e illustratrice di notte, come lei stessa si define, Silvia esercita la sua professione a New York, città che ha lasciato per trasferirsi a Roma per i prossimi 7 mesi. 
 
Sempre alla ricerca di nuovi campi dove applicare il design, ha avuto l’opportunità di lavorare per alcune delle principali agenzie di design come OgilvyOne o Designit. Per quanto riguarda l’illustrazione, passione alla che dedica il suo tempo di ocio è rappresentata per la agenzia Pencil. 
 
Ha partecipato anche con le sue opere in varie mostre collettive in Spagna e tra le sue esperienze professionali c’è anche la docenza, come insegnante di design per un master allo IED. 
 
Il progetto che presenterà alla Accademia è MN6 e si basa sui “Libri illeggibili” di Bruno Munari. Illeggibili perché non c’è testo, nulla da leggere. Sono manuali d’uso, la nuda struttura dell’oggetto che si chiama libro. Il nome MN6 fa riferimento all’immaginaria continuazione di questa collezione italiana.
 
L’obiettivo è verificare se si può utilizzare il materiale con cui si fa un libro come linguaggio visivo. Questo è un progetto di sperimentazione delle possibilità della comunicazione visiva del materiale editoriale e delle sue tecniche. Si tratterà l’illustrazione e gli oggetti che compongono un libro come meri protagonisti.
In tutte le versioni che si conoscono dei libri illeggibili, è proprio di questo che trattano e soltanto un disegnatore potrebbe far comprendere: che cos’è? come è stato concepito? a che cosa può servire?
In MN6 si reinterpretano i diversi modi di intendere una realtà attraverso rappresentazioni che vanno al di là del disegno delle parole. Il disegno di interazione, inteso come connessione tra utenti e manufatti, servirà a indagare e osservare i modi di percepire e interagire con il contenuto.
 
Qui vi lasciamo alcuni dei suoi progetti:
Progetto “Apolo XI”

 

silvia_collares_011_800

.
.
Progetto “Cua”
.
.
.
Progetto “Ceramics”
Silvia Fernandez_ceramics
.
.
Progetto “Nudo”

Silvia Fernandez_Nudo

Silvia Fernandez_nudo

Silvia Fernandez_proyecto Nudo

Silvia Fernandez_Nudo

 

 

 
Piu info:

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.